COVID-19: FAQ

Sappiamo che in questo momento ti stai occupando della tua sicurezza e di come aiutare a tutelare la sicurezza dei ristoranti partner e dei clienti.
Sappiamo anche che i tuoi dubbi e le tue domande sono tanti e abbiamo pensato di raggrupparli tutti qui.

Ultimo aggiornamento: 25.03.2020

Spostamenti

 

Si deve evitare di uscire di casa.
Si può uscire per andare al lavoro o per ragioni di salute o per altre necessità, quali, per esempio, l’acquisto di beni essenziali.

Si deve comunque essere in grado di provarlo, anche mediante autodichiarazione (clicca qui) che potrà essere resa su moduli prestampati già in dotazione alle forze di polizia statali e locali.
La veridicità delle autodichiarazioni sarà oggetto di controlli successivi e la non veridicità costituisce reato.
Alla voce “destinazione” ti consigliamo di scrivere “Dichiaro di svolgere l’attività di Rider per la consegna di cibi a domicilio e di effettuare diversi spostamenti all’interno dell’area di consegna indicata come [aggiungere la tua zona di riferimento]”

È sempre possibile uscire per andare al lavoro. “Comprovate” significa che si deve essere in grado di dimostrare che si sta andando (o tornando) al lavoro, anche tramite autodichiarazione (clicca qui), l’app Deliveroo Rider o con ogni altro mezzo di prova, la cui non veridicità costituisce reato.

In caso di controllo, si dovrà dichiarare la propria necessità lavorativa.
Sarà cura poi delle
Autorità verificare la veridicità della dichiarazione resa con l’adozione delle conseguenti sanzioni in caso di false dichiarazioni.

 

Sì, è uno spostamento giustificato per esigenze lavorative.

In questo caso si raccomanda fortemente di rimanere a casa, contattare il proprio medico e limitare al massimo il contatto con altre persone.

No, nessuna limitazione.
Tutte le merci (quindi non solo quelle di prima necessità) possono essere trasportate sul territorio nazionale.
Il trasporto delle merci è considerato come un’esigenza lavorativa: il personale che conduce i mezzi di trasporto può spostarsi, limitatamente alle esigenze di consegna o prelievo delle merci.

Consegne

 

Secondo quanto disposto dal DPCM 11 Marzo 2020 i ristoranti possono comunque proseguire la loro attività, nonostante siano chiusi al pubblico, tramite le consegne a domicilio. Sarà cura di chi organizza l’attività di consegna a domicilio evitare che il momento della consegna preveda contatti personali e a te di mantenere la distanza di sicurezza ed evitare assembramenti fuori dal locale.

Le consegne dovranno essere effettuate seguendo la modalità senza contatto, clicca qui per maggiori informazioni.

Sei sempre tu a scegliere quali consegne effettuare e quali rifiutare. Per questo motivo sei sempre tu che scegli di cancellare le sessioni da te prenotate.
Ricorda che cancellare una sessione con 24h di anticipo non avrà nessun impatto sulle tue statistiche e che qualora dovessi decidere di prenderti una pausa, le statistiche faranno riferimento ai tuoi ultimi 14 giorni di attività.
Per maggiori informazioni clicca qui.

Secondo quanto disposto dal DPCM 11 Marzo 2020:

“Resta consentita la sola ristorazione con consegna  a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto.”

Pertanto, sarà ancora possibile effettuare consegne di cibi e bevande e i ristoranti potranno continuare a preparare i loro piatti per il servizio di delivery.  

Tutte le consegne devono essere effettuate seguendo la modalità senza contatto pertanto, qualora dovessi scegliere di effettuare le tue consegne, ti invitiamo a seguire accuratamente tutte le linee guida condivise dalle Autorità Sanitarie per evitare la diffusione del virus e a mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro da chi ti circonda e tenere il tuo Kit costantemente pulito.

Potrai spostarti per effettuare le consegne ma dovrai certificare di farlo per motivi di lavoro e rilasciare un’autocertificazione alle autorità competenti. La certificazione può essere rilasciata, sia seduta stante alle Forze di Polizia, sia tramite la consegna di questo modulo debitamente compilato e firmato (clicca qui). Alla voce “destinazione” ti consigliamo di scrivere “Dichiaro di svolgere l’attività di Rider per la consegna di cibi a domicilio e di effettuare diversi spostamenti all’interno dell’area di consegna indicata come [aggiungere la tua zona di riferimento]”.

Ti ricordiamo che secondo quanto disposto dal DPCM 11 Marzo 2020:

“Resta consentita la sola ristorazione con consegna  a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie  sia per l’attività di confezionamento che di trasporto.”

Qualora dovessi scegliere di effettuare le tue consegne, ti invitiamo a seguire accuratamente tutte le linee guida condivise dalle Autorità Sanitarie per evitare la diffusione del virus e a mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro da chi ti circonda. Le consegne dovranno essere effettuate seguendo la modalità senza contatto, clicca qui per maggiori informazioni.

Rispettare la distanza di sicurezza di almeno un metro è fondamentale per evitare la diffusione del virus e obbligatorio per legge.
Pertanto, al momento del ritiro dell’ordine, segnala il tuo arrivo al ristorante e mentre attendi assicurati di mantenere la distanza di sicurezza con chi ti sta attorno in modo da evitare gli assembramenti all’esterno dei locali.
Ricorda che potresti rischiare una sanzione in caso dovessi comportarti in modo diverso.

No, la situazione è in continua evoluzione. Continueremo a fare del nostro meglio per tutelare il tuo lavoro, nel rispetto delle disposizioni condivise dalle autorità competenti. Ti invitiamo a seguire le indicazioni fornite dalle Autorità Sanitarie, ed in particolare dal Ministero della Salute, in merito agli accorgimenti da adottare in materia di igiene e salute.

Le linee guida da rispettare durante le consegne sono le stesse fornite dalle Autorità sanitarie nazionali:

  • Copri bocca e naso con un fazzoletto in caso di tosse o starnuto;
  • Butta subito via il fazzoletto dopo averlo utilizzato;
  • Lava spesso le mani con acqua e sapone e utilizza gel igienizzante qualora acqua e sapone non fossero disponibili;
  • Evita il contatto ravvicinato con le persone malate;
  • Pulisci e disinfetta oggetti e superfici toccate di frequente.
  • Non toccarti occhi, naso e bocca se le mani non sono pulite;
  • Effettua le tue consegne seguendo la modalità senza contatto;

Inoltre, ricorda di tenere pulito il Kit che utilizzi per effettuare le tue consegne e di inserire il sacchetto ritirato dal ristorante debitamente sigillato e chiuso all’interno del tuo zaino per tutto il tragitto dal ristorante al luogo di consegna.

Per informazioni più dettagliate clicca qui.

Tutte le consegne, in questo momento, devono essere effettuate seguendo la modalità senza contatto. Una volta arrivato a destinazione, devi assicurare la distanza di sicurezza di almeno un metro. Per questo ti invitiamo a comunicare al cliente di essere arrivato contattandolo telefonicamente tramite l’app Deliveroo Rider con una chiamata o un messaggio. Successivamente, lascia l’ordine  all’interno della tua borsa termica aperta o sulla borsa termica stessa e attendi, a distanza di sicurezza, che sia il cliente stesso a ritirarlo.

Sei sempre tu a scegliere quali consegne effettuare e quali rifiutare: se non ti senti al sicuro puoi scegliere di non accettare la proposta di consegna.
Se dovessi, invece, scegliere di effettuarla ti consigliamo di seguire tutte le linee guida condivise dalle Autorità Sanitarie e ti ricordiamo che potrai effettuare la tua consegna senza un contatto diretto con il cliente.
Ti invitiamo a comunicare al cliente di essere arrivato come hai sempre fatto, suonando alla porta o contattandolo tramite l’app Deliveroo Rider con un messaggio o una chiamata.
Successivamente, lascia l’ordine in un luogo sicuro e pulito e attendi a distanza di sicurezza che sia il cliente stesso a ritirarlo.

Ci saranno controlli. In presenza di regole uniformi sull’intero territorio nazionale, non ci saranno posti di blocco fissi per impedire alle persone di muoversi. La Polizia municipale e le forze di polizia, nell’ambito della loro ordinaria attività di controllo del territorio, vigileranno sull’osservanza delle regole. Potrai spostarti per motivi legati al lavoro, di salute o per altre necessità, quali, per esempio, l’acquisto di beni essenziali. Si deve comunque essere in grado di provarlo, anche mediante autodichiarazione che potrà essere resa su moduli prestampati già in dotazione alle forze di polizia statali e locali. La veridicità delle autodichiarazioni sarà oggetto di controlli successivi e la non veridicità costituisce reato.

Ti chiediamo di effettuare ogni consegna seguendo la modalità senza contatto.

1) Informa il cliente di essere arrivato.

2) Lascia la borsa termica aperta fuori dalla porta.

3) Mantieni almeno 1 metro di distanza e aspetta che il cliente ritiri l’ordine.

4) Conferma sull’app di aver consegnato l’ordine solo dopo aver visto il cliente ritirarlo.

Clicca qui per ulteriori dettagli.

Tutelare la sicurezza dei nostri ristoranti partner, dei clienti e dei Rider che collaborano con noi è estremamente importante in questo periodo.

Per questo ti chiediamo di effettuare ogni consegna seguendo la modalità senza contatto.

Se dovessimo ricevere più segnalazioni che un Rider non abbia rispettato le misure di sicurezza imposte dal Governo in merito alle consegne senza contatto, ci riserveremo la possibilità di adottare i dovuti provvedimenti. Clicca qui per ulteriori dettagli.

Rimborso e Assicurazione

 

Deliveroo offrirà un rimborso del valore massimo di 25€ sui dispositivi sanitari per la protezione individuale acquistati, ai Rider che collaborano abitualmente con noi. Clicca qui per maggiori informazioni.

Puoi aggiungere i tuoi dati scrivendoli a mano, in maniera leggibile, sulla ricevuta. Clicca qui per maggiori informazioni.

Per ottenere il rimborso non devi fare altro che compilare questo modulo e caricare una foto della ricevuta di acquisto. 

Tieni a mente che:

– La ricevuta fiscale deve essere dettagliata e devono essere indicati i prodotti acquistati (disinfettanti per le mani, mascherine protettive, guanti monouso, salviettine disinfettanti o spray). Screenshot di transazioni bancarie e ricevute senza i dettagli dei prodotti acquistati non saranno accettate come prova d’acquisto.

– Puoi chiedere il rimborso nei 7 giorni successivi all’acquisto dei tuoi dispositivi sanitari per la protezione individuale (farà fede la data indicata sulla ricevuta).

– La ricevuta fiscale deve riportare chiaramente il tuo nome e il tuo Rider ID (puoi aggiungere i tuoi dati scrivendoli a mano sulla ricevuta).

– Potrai richiedere una somma del valore massimo di 25€ e potrai caricare anche più di una foto con la ricevuta, ma tutte le copie delle ricevute devono essere inviate allo stesso momento in un’unica richiesta.

Clicca qui per maggiori informazioni.

Per poter essere idoneo a ricevere il rimborso, devi avere un account Rider attivo e aver completato almeno una consegna con Deliveroo nei 14 giorni precedenti alla data in cui richiedi il rimborso. Clicca qui per maggiori informazioni.

Sì, la trovi in homepage: clicca qui.

 

Ricorda che la situazione è in continua evoluzione e continueremo a fare del nostro meglio per tutelare il tuo servzio, nel rispetto delle disposizioni condivise dalle autorità competenti.

Ti invitiamo a  restare sempre informato e seguire le indicazioni fornite dalle Autorità Sanitarie, ed in particolare dal Ministero della Salute, in merito agli accorgimenti da adottare in materia di igiene e salute.